Autoprogettazione. Istruzioni d’artista per realizzare un’opera d’arte a casa propria

Un progetto a cura di Toni Merola, Nicola Pellegrini e Bianca Trevisan

Promosso e sostenuto da Galleria Milano

In collaborazione con Maria Chiara Salvanelli Press Office & Communication

Oltre settanta artisti e un’idea semplice quanto efficace: creare un’opera d’arte che sia riproducibile da tutti nelle proprie case.

Pierluigi Fresia REWIND, per Autoprogettazione

La situazione attuale a causa del Covid-19, impensabile fino a poco più di un mese fa, ci costringe a casa in una situazione non facile, ma che ci sta anche portando a rivalutare gli spazi in cui viviamo e, in essi, il modo in cui viviamo. Nella nostra casa riscopriamo la necessità del saper fare, del realizzare autonomamente ciò che ci è necessario, un’esigenza che si rivela esistenziale, ancor prima che pratica.

Nell’aprile del 1974 Enzo Mari presentava alla Galleria Milano la sua poi celebre mostra Proposta per un’autoprogettazione, dove offriva disegni progettuali e istruzioni per la realizzazione di mobili destinati alla creatività e inventiva di chiunque volesse cimentarsi a costruirli autonomamente, nella propria abitazione. Un invito a sottrarsi ai meccanismi produttivi dominanti, su larga scala, recuperando quindi la capacità manuale e con essa l’autonomia realizzativa. 

Gli artisti coinvolti nell’autoprogettazione offriranno le istruzioni per realizzare un’opera d’arte da loro ideata alle persone a casa, con ciò che hanno a disposizione. L’autoprogettazione racchiude in sé, quindi, una doppia possibilità: creare un’opera autonomamente e, attraverso l’arte, auto(ri)progettare la propria esistenza.

I progetti con tutte le istruzioni per la loro realizzazione sono pubblicati sul sito ufficiale autoprogettazione.com e sulla pagina instagram @autoprogettazione e quotidianamente ne verranno aggiunti di nuovi.

Le persone a casa sono invitate a condividere le proprie realizzazioni postandole su Instagram con il tag @autoprogettazione e @galleria.milano e gli hashtag #autoprogettazione #galleriamilano #iorestoacasa #laculturanonsiferma 

Per chi non fosse iscritto ai social, si possono inviare a autoprogettazione2020@gmail.com.

Artisti aderenti:

Alterazioni Video, Aurelio Andrighetto, Riccardo Arena, Louisa Babari, Giovanni Bai/Museo Teo+, Marina Ballo Charmet, Fabrizio Basso, Dario Bellini, Ilaria Biotti, Renata Boero, Alice Bonfanti, Monica Bonvicini, Anna Valeria Borsari, Alessandro Brighetti, Angelo Candiano, Claudio Cantelmi, Linda Carrara, Andrea Caretto + Raffaella Spagna, Letizia Cariello, Laura Castagno, Alessandro Ceresoli, Pablo Chiereghin, Maurizio Cilli, Silvia Cini, Sarah Ciracì, Manuela Cirino, Gianluca Codeghini, Elena Cologni, Daniela Comani, Vincenzo Coronati, Ermanno Cristini, Massimo De Caria, Martina Della Valle, Iginio De Luca, Paola Di Bello, Sara Enrico, Salvatore Falci, Emilio Fantin, Giovanni Ferrario, Pierluigi Fresia, Gianni Gangai, Eugenio Giliberti, Giovanni Giommi, Meri Gorni, Alice Guareschi, Nazzareno Guglielmi, Marianne Heier, Joykix alias Fabrizio Longo, William Kentridge, Silvia Hell e Domenico Antonio Mancini, Andrea Kvas, Ugo La Pietra con Lucio La Pietra, Alessio Larocchi, Salvatore Licitra, Deborah Ligorio, Pierpaolo Lista, Clara Luiselli, Coquelicot Mafille, Elio Marchesini, Eva Marisaldi, Amedeo Martegani, Maruska Mazza, Ferdinando Mazzitelli, Marzia Migliora, Ottonella Mocellin e Nicola Pellegrini, Albano Morandi, Margherita Morgantin, Giancarlo Norese, Giovanni Oberti, Antonella Ortelli e Luca Quartana, Adrian Paci, Francesco Pedrini, Chiara Pergola, Federico Petrella, Steve Piccolo, Cesare Pietroiusti, Premiata Ditta, Anteo Radovan, Diego Randazzo, Eva Reguzzoni, Angelo Ricciardi, Alessandro Rolandi, Sara Rossi, Luca Scarabelli, Lorenzo Scotto di Luzio, Berty Skuber, Carola Spadoni, Ivana Spinelli, Marco Strappato, Patrick Tabarelli, Adriana Torregrossa, Patrick Tuttofuoco, Enzo Umbaca, Marco Vaglieri, Luisa Valentini, Vedovamazzei, Serena Vestrucci, Cesare Viel, Luca Vitone, Elisa Vladilo, Francesco Voltolina, Wurmkos, Italo Zuffi.

Torna su